Pay per Click

Cose è il Pay-Per-Click Marketing

Letteralmente significa Pagare per un click. Dall'avvento di Internet questo tipo di pubblicità è probabilmente la più grande rivoluzione nel mondo del marketing dalla nascita della televisione. A differenza di uno spot pubblicitario questo tipo di pubblicità si contraddistingue dal fatto che chi la visualizza è una persona che sta cercando esattamente quello che l'annuncio pubblicizza. Per intenderci, prendendo a modello quello che è il leader di questo tipo di campagne, ossia Google ADWords, le campagne pay per click sono quegli annunci che compaiono a destra dei risultati di ricerca di Google o nel box giallo all'inizio e alla fine degli stessi risultati. Cliccando su di essi, chi espone l'annuncio paga un tot che varia in base a quanti insersionisti fanno pubblicità su quella parola chiave e a quanto il contenuto testuale dell'annuncio è pertinente con la parola digitata. E' quindi fondamentale che sia le parole scelte che il contenuto dell'annuncio che anche le pagine di destinanzione degli annunci (Landing Pages) siano strettamente pertinenti tra loro.
Questo tipo di pubblicità ci permette di sapere in tempo reale quanti utenti hanno fatto click su di essa, e, attraverso una serie di strumenti di analisi, possiamo sapere quanti visitatori provenienti dalla campagna hanno effettuato una conversione. Per conversione si intende l'azione voluta per cui si è pagato (ad esempio l'acquisto di un prodotto per gli ecommerce o la compilazione di un form per siti che offrono servizi).

E-media mette a disposizione la sua decennale esperienza con questo strumento fornendovi tutti gli strumenti e la consulenza necessaria per poter creare e gestire campagne Pay per Click di successo.
 

I punti fondamentali di una campagna Pay per Click di successo:

Scegliere le giuste parole di ricerca

Le parole scelte devono essere pertinenti a ciò che il sito offre. Se ad esempio il sito è un'ecommerce, nell'annuncio deve essere chiaro quale prodotto viene commercializzato, e che può essere acquistato online, in modo da evitare che clicchino sull'annuncio utenti che cercano solo informazioni su quel prodotto senza intenzione di acquistarlo.

Stabilire budget e obiettivi prima di iniziare

Il costo pubblicitario deve essere sostenuto dal ritorno che il sito porterà, ad esempio: se abbiamo disponibili 10 magliette in vendita a 10 euro, il ricarico è del 30% e noi per venderle tutte spendiamo 40 euro è chiaro che la campagnia non solo non ha fruttato ma ha portato ad una perdita. Il bello di questo tipo di campagna è che si possono impostare dei limiti di spesa giornalieri, ad esempio non spendere più di 10 euro al giorno, in modo da poter aggiustare il tiro con l'andare avanti della campagna.

Utilizzate gli strumenti di analisi

Il bello delle campagne Pay per Click è che, a differenza di altri sistemi pubblicitari, permettono di conoscere in tempo reale il loro rendimento. Questo vi da l'opportunità di testare le varie campagne, le parole scelte e le pagine di destinazione degli annunci. In questo modo con il tempo è possibile ottimizzare le conversioni chiudendo le campagnie che non rendono e spostando il budget su quelle che portano conversioni.